Oltre 100 criteri di registrazione VPN esposti – 37 VPN mantengono i tuoi registri e 15 Don & rsquo; t

Nel ritmo frenetico “digitale” mondo che abbiamo creato, “vita privata” è spesso una preoccupazione comune. A dire la verità, tutto ciò che fai online, lascia un'impronta digitale che lo lascia per decenni.

Internet non dimentica mai nulla e sarai sciocco aspettarti il ​​contrario. Se ciò non bastasse, hai governi, agenzie segrete e hacker che ti stanno spiando.

Paesi su paesi, si aggiungono al “Rapporti senza frontiere” elenco, etichettato come ciò che chiamiamo “nemici di Internet”, indulgere in attività di sorveglianza di massa sui cittadini.

Questo è il motivo per cui l'uso delle VPN diventa popolare per mantenere nascosta la tua identità e le attività online anonime. Tuttavia, anche questi servizi di terze parti potrebbero non essere esattamente sicuri.

Diversi provider VPN si abbandonano alle attività di registrazione o soffrono di problemi di perdita che mettono a rischio la tua privacy. Alla luce di ciò, Bestvpn.co ha creato questa guida completa sui registri. Spero che risponda a tutte le tue domande!

Contents

37 VPN mantengono i tuoi registri & 15 Don’t

  1. Tipi di registri VPN
  2. Perché le VPN registrano i dati
  3. VPN allarmanti che memorizzano le informazioni di registrazione
  4. VPN affidabili con un rigoroso “Nessun registro” Politica

Tipi di registri VPN

Prima di approfondire la spiegazione dei diversi tipi di registri di reti protette virtuali, vorrei chiarire che tutti i fornitori si dedicano alla registrazione / archiviazione delle informazioni. Ci sono stati solo pochi rari casi in cui i provider sono stati messi alla prova, verificando le loro affermazioni LOGLESS.

Fino a quando non si verifica un incidente relativo a una citazione da parte del governo, non si può davvero dire se una particolare VPN è sicura o meno. Questo non significa che smetti di usarli del tutto, solo che potrebbe non essere tutto il sole e gli arcobaleni, anche con un prodotto AFFIDABILE.

Tipi di registri VPN

Naturalmente, ci sono alcune VPN trasparenti sulle informazioni di registrazione che registrano. Indipendentemente da ciò, è necessario accettare che quando ti iscrivi con una VPN, potresti essere ancora sotto controllo. Solo non dal governo, ma dal fornitore stesso.

Questo potrebbe essere per molte ragioni (di cui parlerò di seguito). Fino ad allora, se parliamo dei tipi di registri VPN, ce ne sono due: Registri attività / utilizzo e Registri connessioni. Il primo garantisce una maggiore invasione della privacy, mentre il secondo tende ad essere relativamente innocuo (cancellato dopo 1-15 giorni).

Registri attività / utilizzo

Come suggerisce il nome, questi registri VPN si riferiscono a tutti i dati raccolti durante l'utilizzo di Internet. Ciò include tutte le tue attività online, che è una raccolta di metadati, indirizzi IP, tempi di connessione e registri del traffico come cronologia di navigazione, messaggi inviati, file scaricati, acquisti effettuati e software utilizzato.

Alcuni provider possono registrare solo aspetti specifici della tua attività / utilizzo. Altri che sono meno affidabili potrebbero archiviare tutte le informazioni di cui sopra. Questo monitoraggio e la registrazione dei dati di utilizzo possono rivelarsi dannosi dal punto di vista della privacy e vanificare in primo luogo lo scopo di utilizzare una VPN.

Vorrei chiarire, tuttavia, la maggior parte dei servizi VPN coinvolti in tale registrazione delle attività tende ad essere GRATUITA. Tenere presente che questi servizi devono pagare per i data center, l'espansione del server, gli aggiornamenti del software, il supporto tecnico e le spese del sito Web. Il modo più semplice per farlo è vendere le tue informazioni a servizi di terze parti.

I dati che contribuiscono alla creazione di un profilo intorno a vari utenti sono altamente redditizi. Immagina il valore delle informazioni personali trapelate. Se vivi in ​​una giurisdizione oculare del 5/5/14, queste stesse informazioni potrebbero anche essere consegnate al governo o alle agenzie segrete.

Per legge, la maggior parte “nemici di Internet” rendere obbligatorio per gli ISP l'archiviazione dei dati per un periodo compreso tra 6 mesi e 2 anni. Questo è il motivo per cui consiglio sempre agli utenti di scegliere servizi VPN a pagamento verificati, poiché rendono questi dati invisibili, evitando al contempo le pratiche di registrazione presenti nelle controparti GRATUITE.

Log delle connessioni

Laddove i registri delle attività possono letteralmente finire per distruggere il tuo anonimato online, i registri delle connessioni sono meno innocui. Tuttavia, la registrazione di tali informazioni dovrebbe essere giustificata dal provider VPN con un ragionamento valido. Per non parlare, il servizio dovrebbe anche chiarire la durata dell'eliminazione di questi registri VPN.

I registri delle connessioni in genere includono indirizzi IP, ora della connessione, data e posizione. Questi sono i registri più comunemente registrati dalla maggior parte dei provider VPN. Sebbene non rivelino direttamente la tua identità, le date di connessione, gli orari e la posizione possono essere utilizzati insieme.

Alcuni esempi di VPN che mantengono i registri delle connessioni, nonostante affermino di archiviare NESSUNO sono TunnelBear, Windscribe, PureVPN, Betternet e ProtonVPN. La parte buona è che i log di connessione sono memorizzati solo temporaneamente. Sono conservati ovunque tra 1 e 15 giorni, a seconda del servizio.

Alcuni potrebbero addirittura prolungare ulteriormente la durata. Ad esempio, HideMyAss conserva queste informazioni per 6 mesi. Dal punto di vista della privacy, questa registrazione è solo leggermente invadente e potrebbe essere difficile ricreare la tua attività online utilizzandoli.

Warrant Canaries

In Giurisprudenza del 5/5/14 e in altri paesi, gli ISP e i servizi VPN potrebbero ricevere “warrant segreti” sotto forma di lettere di sicurezza nazionale o di citazioni governative. Questi warrant consentono alle forze dell'ordine di richiedere informazioni sui propri clienti per le indagini.

La maggior parte di questi warrant arriva con un ordine di bavaglio. Ciò impedisce all'ISP o al servizio VPN di avvisare l'obiettivo di cadere soggetti alla sorveglianza. Qui entra in gioco Warrant Canaries, completamente estranei alla registrazione delle informazioni di attività / connessione.

Queste landing page pubblicizzate dai provider aiutano a mantenere la privacy. Hanno regolarmente pubblicato dichiarazioni su una pagina specifica, confermando che il servizio non ha ricevuto un mandato segreto. Se una pagina interrompe la pubblicazione di dichiarazioni regolari, viene rimossa l'istruzione canary.

Questo indica che è stata emessa una citazione e alla VPN è vietato segnalarla. Pertanto, gli utenti attenti alla privacy possono quindi adottare le misure necessarie per garantire che la loro identità rimanga sicura. Anche se questo uso di a “Garanzia Canarie” solleva una propria serie di domande per i fornitori.

Se una VPN afferma di non essere un provider di log, non dovrebbe preoccuparsi di creare una tale pagina, giusto? Inoltre, il fatto che vengano aggiornati solo una volta al mese li rende inutili. Tuttavia, è stato importante fornire informazioni dettagliate e discuteremo dei fornitori pertinenti nel post seguente.

Perché le VPN registrano i dati degli utenti e vanno contro la loro promessa di privacy?

Grazie a iniziative come il Cybersecurity Awareness Month e Safer Internet Day (SID), i netizen di tutto il mondo stanno realizzando il valore dei loro DATI ONLINE. Gli utenti attenti alla privacy iniziano immediatamente a utilizzare i servizi VPN, ma in seguito affrontano dilemmi a causa della memorizzazione dei registri.

Perché le VPN registrano i dati degli utenti e vanno contro la loro promessa di privacy

Quindi, la domanda a cui molte persone hanno bisogno di rispondere è: perché le VPN registrano i dati degli utenti? ciò non va contro la loro promessa di privacy? Ho deciso di fornire un piccolo ragionamento, dopo aver comunicato con diversi servizi VPN via e-mail (ovviamente solo alcuni hanno ammesso di archiviare i log in primo luogo).

Risoluzione dei problemi relativi alla VPN

Il motivo più comune per la registrazione VPN è risolvere i problemi con il loro servizio. Ad esempio, alcuni utenti potrebbero riscontrare problemi di connettività o persino affrontare perdite DNS, WebRTC.

La memorizzazione di tali dati può rivelarsi utile per l'ottimizzazione della rete di servizi VPN. Principalmente, la risoluzione dei problemi richiede la manutenzione di registri di connessione minimi.

Limitazione delle connessioni simultanee

Personalmente trovo questa ragione contraddittoria, specialmente per “nessun registro” Servizi VPN. Tutti i provider impongono limiti al numero di connessioni simultanee disponibili.

Su un singolo abbonamento, alcuni provider consentono 3, 5, 6 o anche un numero illimitato di accessi multipli. Questo atto richiede ancora una qualche forma di registrazione (per capire quanti dispositivi sono collegati).

Pertanto, chiedi sempre al servizio VPN con cui ti registri, come tendono a far rispettare queste restrizioni di connessione dichiarando di non archiviare alcun registro.

Le uniche VPN finora a seguire una rigorosa politica di zero logging e consentire agli utenti connessioni simultanee illimitate sono Perfect Privacy e Surfshark.

Nessun registro = nessuna restrizione. È così semplice!

Restrizioni alla larghezza di banda

Proprio come le informazioni di registro dei servizi VPN per limitare gli accessi multipli, possono anche imporre restrizioni sulla larghezza di banda. Ciò può comportare la registrazione di alcuni registri VPN di attività / utilizzo, il che è piuttosto rischioso.

Questo è il motivo per cui non mi fido mai dei provider che impongono limiti di larghezza di banda, anche su abbonamenti a pagamento. Voglio dire, sfida l'intero scopo dell'utilizzo di una VPN. Voglio protezione ogni volta che utilizzo Internet.

Soprattutto, voglio sfruttare buone velocità per lo streaming e il download di torrent. Pertanto, se una VPN impone tali restrizioni e pretende di esserlo “nessun registro”, non fidarti di loro.

Alcuni esempi di servizi VPN che fanno questo includono Windscribe e TunnelBear, entrambi i quali offrono “prove gratuite” che limita la larghezza di banda.

Registrazione con i server di noleggio (VPS)

È una pratica losca, ma oggigiorno molti provider usano server di noleggio. Ingannano gli utenti nel pensare di avere data center situati in tutto il mondo, ma in realtà usano solo Virtual Private Server (VPS).

Tendono ad essere VPN meno costosi dei server bare metal. Tuttavia, non offrono lo stesso livello di privacy. I provider VPS manterranno spesso i registri delle attività del server.

Ciò significa che non devi solo preoccuparti delle informazioni di registrazione della VPN, ma qualsiasi numero di provider VPS potrebbe ottenere i tuoi dati privati.

Allo stesso tempo, l'utilizzo di VPS offre protezione dalle autorità locali, che in precedenza andavano direttamente al datacenter per ottenere tutto ciò di cui avevano bisogno.

Richieste di leggi governative e agenzie di intelligence

I paesi che fanno parte dei Cinque, Nove e Quattordici Occhi, in particolare, impongono leggi rigorose che impongono alle aziende di accedere e / o consegnare le informazioni degli utenti privati.

Ad esempio, la legge sui poteri investigativi nel Regno Unito impone la conservazione dei tronchi e la loro conservazione per 12 mesi. Questo può davvero ostacolare la tua privacy.

NSA e GCHQ hanno persino spiato aziende tecnologiche negli Stati Uniti, nel Regno Unito e in altri paesi, nell'ambito del loro programma PRISM dal 2010.

Richiedono semplicemente la registrazione dei file emettendo un “ordine di bavaglio”. Ciò rende illegale per qualsiasi azienda tecnologica quindi non divulgare le informazioni richieste.

Connessione tra criteri di registrazione e giurisdizioni

Vedete, ci sono implicazioni nella registrazione con un provider, basato in una giurisdizione rischiosa. Diversi paesi impongono le proprie leggi sulla conservazione e la sorveglianza dei dati.

Laddove alcuni scelgono di rispettare la privacy degli utenti, altri fanno del loro meglio per monitorare TUTTO! Puoi imparare tutto ciò che vuoi su questi paesi in questa guida. Alcuni addirittura si impegnano nella condivisione dell'intelligence tra paesi per spiarsi l'un l'altro’s cittadini.

Ora, se una VPN è basata su una giurisdizione etichettata come nemica di Internet, puoi essere sicuro che impongono leggi che impongono la registrazione dei dati a ISP, provider di telecomunicazioni e VPN EVEN.

Non c'è soluzione alternativa ad esso. Anche se evitano l'attenzione, è sufficiente un mandato di comparizione da parte di NSA, GCHQ o FBI per cooperare. Successivamente, questi fornitori devono naturalmente registrare tutti i dati degli utenti, quindi perché devi stare attento al tuo paese’s leggi di internet.

Se risiedi nell'Unione Europea, ad esempio, ci sono paesi che fanno parte delle 14 Alleanze Occhi e anche quelli che non sono e possono essere considerati “Internet amichevole”.

Indipendentemente da dove risiedi esattamente, riceverai protezione dal Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) dell'UE nella maggior parte dei casi, che promuove la protezione dei dati e la privacy per tutti gli utenti all'interno dell'Unione Europea! Scommetto che non lo sapevi fino ad ora, giusto?

VPN allarmanti che memorizzano le informazioni di registrazione

Ormai, spero che tu abbia le idee chiare sui tipi di log registrati dalle VPN, sul perché vengano registrati e sul rapporto tra logging e giurisdizioni.

VPN allarmanti che memorizzano le informazioni di registrazione

Per la parte importante, ho creato un'analisi approfondita sulle politiche di registrazione VPN di oltre 100 provider. Di seguito riceverai informazioni su 24 fornitori che tengono traccia / memorizzano i dati e dovrebbero essere evitati.

1. Astrill VPN - Con sede alle Seychelles

Nonostante le Seychelles siano un luogo sicuro, lontano dalle alleanze Eyes del 5/5/14, sono ancora colpevoli di registrare i registri delle connessioni. In realtà è anche divertente!

Quando visiti la loro pagina sulla politica sulla privacy, per prima cosa affermano di imporre una politica VPN senza registri. Dopo aver letto i primi punti, dichiarano:

“Il nostro sistema tiene traccia delle sessioni attive: tempo di connessione, indirizzo IP, tipo di dispositivo e versione dell'applicazione Astrill VPN durante la durata della sessione VPN. Inoltre, conserviamo gli ultimi 20 record di connessione che includono: tempo di connessione, durata della connessione, paese, tipo di dispositivo e numero di versione dell'applicazione client Astrill”

Secondo questa affermazione, il “Effettivo” registri raccolti da Astrill: timestamp di connessione, il tuo paese, il tuo dispositivo e persino il tuo indirizzo IP.

Nelle sue sezioni FAQ, il provider afferma di farlo solo per sessioni ACTIVE, al fine di monitorare il numero di connessioni simultanee da una singola sottoscrizione.

Sostengono di rimuovere questi registri immediatamente dopo la fine della sessione. Riesci davvero a mantenere la parola, soprattutto dopo aver considerato come hanno affermato di essere “logless”?

2. AnonVPN - Con sede negli Stati Uniti

Con sede negli Stati Uniti, AnonVPN perde già la maggior parte della sua credibilità (se presente). Il fornitore fa parte di un paese che è il fondatore del Five Eyes (accordo UKUSA).

Pertanto, il governo richiede che gli ISP e le VPN memorizzino i registri. Naturalmente, AnonVPN lo afferma “Non conserviamo registri dei tempi di connessione, attività o IP di origine. Quello che indossiamo’Non è possibile richiedere la raccolta.”

Tuttavia, non posso credere a questa affermazione, quando hanno anche un Warrant Canary che afferma che non ha ordini di bavaglio. Perché passare la seccatura di menzionarlo, quando non si mantengono i registri?

Se visiti il ​​loro “Termini di servizio” pagina, c'è una dichiarazione che chiarisce, “Non è possibile garantire che altri mezzi di comunicazione (ad es. Posta, fax e servizi di telefonia vocale) siano mai sicuri al 100%. E quindi, consigliamo sempre di usare il buon senso.”

3. Anonymizer - Con sede negli Stati Uniti

Anonymizer fa parte di un Paese che è stato etichettato come “Nemico Internet” dai Reporter senza frontiere. Segue le leggi di un governo coinvolto nelle Alleanze del 5/5/14.

Ciò significa che il fornitore memorizza già i registri, nel caso in cui vengano emessi un mandato di comparizione con un ordine di bavaglio - non saranno in grado di rifiutare comunque - perché sarebbe illegale. La pagina dei termini di servizio è stata rimossa, ma un'istantanea precedente mette in luce questa affermazione:

“Nella misura massima consentita dalla legge applicabile, Anonymizer può monitorare la posta elettronica o altre comunicazioni elettroniche e può divulgare tali informazioni nel caso in cui abbia un motivo in buona fede per ritenerlo necessario ai fini di garantire la conformità al presente Accordo, e proteggere i diritti, la proprietà e gli interessi delle Parti Anonimizzatore o di qualsiasi cliente di una Parte Anonimizzatore.”

In breve, il fornitore con sede negli Stati Uniti registra tutto ciò che può, facendo uno sciocco fuori da tutti gli altri affermando, “voi’Non dovrai mai preoccuparti di tenere traccia del tuo utilizzo o delle tue connessioni” sulla loro homepage. Che ipocrisia?!

4. Ace VPN - Con sede negli Stati Uniti

Mi asterrò dal ripetere ancora una volta, ma Ace VPN ha sede negli Stati Uniti. Pertanto, fa già parte del problema e fa ZINCH per la tua effettiva privacy.

Molto abilmente affermano sulla loro pagina sulla politica sulla privacy, “Non registriamo il traffico VPN. Non spiamo i nostri utenti né monitoriamo la loro larghezza di banda o l'utilizzo di Internet. I nostri server VPN non memorizzano alcuna informazione di identificazione personale (PII).”

Tuttavia, allo stesso tempo, lo ammettono “raccolta di informazioni personali fornite dagli utenti del sito. “Informazione personale” include nome, indirizzo, numero di telefono, informazioni sulla carta di credito o debito, indirizzo e-mail, data di nascita, indirizzo IP”

Voglio dire, sii onesto che in effetti memorizzi i log. Forse la trasparenza porterà più clienti anziché mentire sfacciatamente per ingannare le tue prospettive?

5. AirVPN - Con sede in Italia

Poiché l'Italia è un paese a 14 occhi, AirVPN perde tristemente la sua credibilità sul mercato. Il provider è in realtà piuttosto sorprendente, offrendo prestazioni, affidabilità e supporto sorprendenti.

Tuttavia, non si può semplicemente fidarsi di alcun paese nelle giurisdizioni 14 Eyes. Impegnano ancora le attività di conservazione e sorveglianza dei dati, che i servizi VPN non possono combattere.

Nel suo FAQs, Ad AirVPN è stata posta una domanda, “Conservate i registri delle sessioni o qualsiasi altro tipo di registro che può essere utilizzato per tenere traccia dell'identità e dell'attività della rete?”

Hanno risposto dicendo, “No non lo facciamo’t tenere registri di quel tipo”. Tuttavia, quando dai un'occhiata a loro politica sulla riservatezza, essi sostengono “I server aerei e le procedure software acquisiscono solo i dati personali strettamente necessari per il funzionamento tecnico del servizio, ad esempio l'indirizzo IP”

Il fornitore sottolinea che i dati sono aggregati in forma anonima e non possono essere associati a un singolo utente. È davvero vero però? Nessuno lo sa finché non vengono messi alla prova quando viene emesso un mandato di comparizione o un ordine di bavaglio!

6. Avira Phantom VPN - Basato in Germania

La Germania è un altro paese di 14 Eyes e potrebbe non essere il luogo più sicuro per un servizio VPN. Avira Phantom potrebbe essere bravo a mantenere il tuo anonimato online.

Tuttavia, è il paese’leggi di cui non posso fidarmi. Come già menzionato innumerevoli volte, tali VPN dovranno cooperare con il governo, quando lo richiederanno.

Anche Avira Phantom afferma di non archiviare registri attività / utilizzo. Proprio come la maggior parte dei provider, tuttavia, memorizzano registri delle connessioni, compresa la larghezza di banda utilizzata e i dati di diagnostica.

Sebbene ciò possa non ostacolare necessariamente la tua privacy, non ci sono informazioni che indicano quando questi registri vengono eliminati. Pertanto, non posso considerare Avira Phantom un servizio VPN sicuro.

7. Buffered - Con sede a Gibilterra

Con sede a Gibilterra, Buffered è un servizio VPN sicuro, poiché la sua posizione non fa parte delle alleanze Eyes del 5/9/14. Né il provider conserva alcun registro del traffico, quindi questo è un altro vantaggio.

L'unico problema è che raccolgono: indirizzo IP, sistema OP, browser, dati sulla larghezza di banda e timestamp di connessione, insieme ad altre informazioni generali.

Questi registri delle connessioni potrebbero essere meno rischiosi, ma comunque rivelarsi dannosi per la tua privacy digitale. Secondo il loro sommario, il tuo indirizzo IP reale, la larghezza di banda consumata e la durata della connessione vengono conservati per 30 giorni!

Naturalmente, poiché Buffered non è basato in un “Nemico Internet” posizione, puoi credere che siano al sicuro. Per non parlare, non mentivano sui loro registri ed erano effettivamente trasparenti.

Quindi, potrebbe non piacermi la registrazione dei log di connessione, ma OGNI VPN si concede una sorta di registrazione. L'unica parte importante è essere onesti al riguardo, e questa è Buffered VPN!

8. BolehVPN - Con sede in Malesia

Dal momento che BolehVPN ha la sua sede principale in Malesia, rientra in a “Foro competente”. Questo gli dà un vantaggio rispetto ad altri servizi VPN. Tuttavia, non riesce a mantenere la tua identità al sicuro. Se visiti la loro pagina TOC, affermano:

“BolehVPN non conserva registri dell'attività o dell'accesso dell'utente. Conserviamo i registri del throughput generale del traffico dei nostri server per accertare il caricamento e l'utilizzo dei nostri server, ma non a livello individuale. Tuttavia, se notiamo attività insolite sui nostri server (elevato carico di larghezza di banda, elevato numero di connessioni o utilizzo della CPU), potremmo attivare temporaneamente i log per identificare l'abuso dei nostri servizi (come DDoS o spamming attraverso i nostri server).”

Prima di aggiornare questo “Politica di registrazione” intanto, BolehVPN ha persino affermato che ciò è accaduto “una manciata di volte nei nostri molti anni di attività.” Ciò suggerisce che il fornitore può persino cooperare se riceve una citazione in merito alla rivelazione di registri su obiettivi specifici.

9. Betternet - Con sede in Canada

Con sede in Canada, Betternet potrebbe aver ingannato molti con il “VPN GRATUITA” truffa, ma le loro attività di data mining verranno svelate prima o poi.

La sua posizione ostacola già la privacy, in quanto il Canada fa parte della Five Eyes Alliance. Quindi, il servizio memorizza ulteriormente “Registri del traffico” come il tuo indirizzo IP e l'attività di navigazione.

La loro politica sulla privacy lo afferma “Betternet non raccoglie, registra, archivia, condivide alcun registro di dati appartenente agli utenti.” Allo stesso tempo, tuttavia, si trova la VPN che aggrega i dati sui siti Web visitati.

A giudicare dal fatto che il servizio è “gratuito” e presumibilmente funziona su un modello di entrate pubblicitarie, è anche sicuro supporre che vendano registri e informazioni private a terzi.

10. FlyVPN - Con sede negli Stati Uniti

FlyVPN è un altro servizio con sede negli Stati Uniti. Ciò riduce automaticamente la sua credibilità, poiché il fornitore deve archiviare i registri, una legge resa obbligatoria dal governo.

Tuttavia, ciò che mi piace del provider è che non mentono sui dettagli di registrazione. Dichiarano apertamente sulla loro pagina TOC, “Quando usi FlyVPN, registreremo le seguenti informazioni:

  • Il tuo IP locale
  • Il tuo nome completo
  • Il tuo indirizzo di posta elettronica
  • Il tuo numero di telefono
  • Timestamp di connessione
  • Numero porta assegnato
  • Indirizzo IP assegnato
  • Timestamp di disconnessione

Di conseguenza, sono colpevoli di archiviare entrambi: i registri attività / utilizzo e connettività, inclusi IP, timestamp, IP di destinazione e numero di porta, che possono ricollegarsi istantaneamente a te.

11. Faceless.me - Con sede a Cipro

Cipro non fa parte delle giurisdizioni 5, 9 e 14 Eyes. Questo dà a Faceless.me un buon vantaggio sul mercato, ma sfortunatamente registrano le informazioni dell'utente.

In una dichiarazione dalle loro FAQ, afferma Faceless.me “Noi soli monitorare l'utilizzo dei dati totali e il tuo indirizzo IP, che è richiesto per la nostra contabilità interna. E anche questi dati vengono conservati sui nostri server per un tempo limitato.”

Allo stesso tempo, si vantano di avere una politica VPN senza registri e dichiarano con orgoglio sulla loro homepage, “Noi’non tenere i registri della tua attività, quindi nel caso l'FBI ti chieda - lì’s niente.”

È esilarante quanto siano sbalorditivi questi servizi VPN e le loro dichiarazioni contraddittorie. Una cosa è certa, Faceless.me non è una scelta sicura!

12. Flow VPN - Con sede in Canada

Con sede in Canada (parte di Five Eyes Alliance), FlowVPN ha sviluppato una buona reputazione sul mercato. Tuttavia, proprio come molti, non riesce a proteggere la tua identità online.

Se visiti la loro pagina TOC, afferma il provider, “Ci riserviamo il diritto di registrare le informazioni sull'abbonamento (inclusi i riferimenti alle transazioni), l'indirizzo IP di connessione, le richieste di autenticazione, i dati della sessione (IP assegnato, data di connessione, ora, durata ecc.)“

Questa affermazione è ben nascosta, in modo che Flow VPN possa ingannare i propri clienti. Tuttavia, questa non è la parte peggiore. Continuano inoltre affermando:

“Per soddisfare i requisiti dei nostri fornitori di larghezza di banda, ci riserviamo il diritto di registrare l'attività sulla nostra rete e utilizzare sistemi automatizzati per monitorare l'attività di rete per abuso (come l'uso di BitTorrent e la condivisione di file peer-to-peer simili).”

Ciò significa direttamente che quando ti iscrivi al servizio, accetti di archiviare i tuoi registri. Dubito che questa VPN possa essere considerata sicura da qualsiasi angolazione.

13. Freedom-IP - Con sede in Francia

Freedom-IP ha il suo ufficio in Francia, che è un Paese a 14 occhi, famoso per le sue rigide politiche sull'utilizzo di Internet. La posizione dà già alla VPN un'impressione piuttosto negativa.

Laddove si potrebbe pensare che avrebbero ingannato i clienti, in realtà sono onesti sulle loro politiche di registrazione. Una dichiarazione dalla loro pagina sulla privacy chiarisce che non registrano il contenuto delle comunicazioni.

Tuttavia, sono abbastanza semplici per quanto riguarda i dati che raccolgono durante ciascuna sessione, che includono molte informazioni allarmanti che sono riconducibili a te:

  • Indirizzo IP di connessione
  • Ora di inizio della sessione
  • Ora di fine della sessione
  • Dati ricevuti della sessione
  • Dati inviati della sessione
  • Data / ora della connessione

14. HolaVPN - Con sede in Israele

Israele potrebbe non far parte delle alleanze 5, 9 e 14 Eyes, ma sono considerate alleate. Pertanto, la posizione non è un luogo sicuro per le VPN, in particolare se si cerca la privacy.

Proprio come la maggior parte dei provider, afferma la VPN, “Non condividiamo le tue informazioni personali con terze parti se non con il consenso specifico ai sensi della presente Informativa sulla privacy o se richiesto dalle leggi applicabili o dall'ordine del tribunale“.

Tuttavia, quando si osserva la propria Informativa sulla privacy, la VPN afferma di registrare informazioni, come l'identificatore univoco generato dal proprio dispositivo, numero di cellulare, orari e date di accesso, siti Web visitati, tempo trascorso su tali pagine, tipo di browser e IP indirizzo.

“Utilizziamo tali dati nella sua forma aggregata e non sono combinati con alcuna informazione personale.” Chiaramente un numero di telefono è PII, e così efficacemente è un indirizzo IP.

15. HideMyAss - Con sede nel Regno Unito

Il Regno Unito è il fondatore ufficiale dell'accordo UKUSA. La posizione e i loro servizi VPN non possono essere considerati affidabili per mantenere nascosta la tua identità.

Le leggi governative e gli ordini di bavaglio da GCHQ e altre agenzie di intelligence segrete, rendono obbligatorio per i fornitori come HMA archiviare i registri.

Naturalmente, il fornitore confuta tali affermazioni e vende la stessa storia, “NON memorizziamo i dettagli di, o monitoriamo, le risorse (compresi i siti Web) a cui ti colleghi o uno qualsiasi dei dati inviati o ricevuti sulla nostra rete”

Tuttavia, il provider è stato sorpreso a registrare i timestamp della connessione, i dati sulla larghezza di banda, l'indirizzo IP reale e l'indirizzo VPN. Nel 2011, HMA è stata coinvolta in un caso dell'FBI, dove ha consegnato questi dettagli all'agenzia di intelligence per rintracciare un hacker LulzSec!

16. HideIP VPN - Con sede in Moldavia

La Moldavia è un luogo sicuro, in quanto non fa parte delle alleanze invasive o etichettata come “Nemico Internet”. Sfortunatamente, la stessa VPN si rivela non sicura, trascurando il tuo diritto alla privacy.

Il loro TOC afferma, “HideIPVPN non monitorerà intenzionalmente i messaggi di posta elettronica privati ​​inviati o ricevuti dai suoi clienti, a meno che non sia richiesto dalla legge, dalle autorità governative o quando è in gioco la sicurezza pubblica.”

Ciò significa che sono una società cooperativa e archiviano registri da consegnare in caso di emergenza. Il peggio di tutti è però la loro sfiducia nelle proprie capacità di fornitore.

Durante la verifica della loro Informativa sulla privacy, ho trovato questa affermazione piuttosto divertente, “HideIPVPN esorta i suoi clienti ad assumere che tutte le loro comunicazioni online non siano sicure”.

17. Hotspot Shield - Con sede in Svizzera

Lontano dalle alleanze segrete, eppure un servizio così pericoloso. Hotspot Shield è iniziato davvero bene, ma presto è crollato verso il basso - mentre le loro attività ombrose sono state portate alla luce.

Certo, la VPN afferma che “raccogliere solo dati anonimi e aggregati sui siti Web visitati dai nostri utenti e sulle app utilizzate dai nostri utenti”

Tuttavia, questo è puramente falso in quanto uno studio CSIRO ha dimostrato che Hotspot Shield utilizza codici di monitoraggio per raccogliere informazioni sugli utenti per venderle agli inserzionisti.

Un gruppo di tutela della privacy ha inoltre addebitato alla VPN un reclamo, nell'ambito delle sue discutibili attività, che comportano il reindirizzamento del traffico tramite link di affiliazione.

18. IPVanish - Con sede negli Stati Uniti

Essere negli Stati Uniti non è abbastanza grave, ma IPVanish è stato anche riconosciuto colpevole di aver divulgato informazioni alle autorità governative. Sì, è una notizia triste ma il fornitore non è affidabile.

Naturalmente, la VPN ha rivendicato il più a lungo possibile, “La nostra rigorosa politica a zero registri mantiene la tua identità sotto controllo. Non registriamo nessuna delle tue attività mentre siamo connessi alle nostre app al fine di preservare il tuo diritto civile alla privacy.”

Tuttavia, questo è estremamente falso, dal momento che la VPN ha consegnato i registri al Dipartimento della sicurezza nazionale degli Stati Uniti (DHS), in un caso che coinvolge abusi su minori e pornografia nel 2016.

Leggi questa dichiarazione giurata criminale per ulteriori informazioni, dove puoi vedere IPVanish conservato i registri degli indagati’ Indirizzo IP, timestamp di connessione / disconnessione, nome completo, indirizzo e-mail, nome utente, stato dell'account e vari altri dati personali identificabili.

19. IPredator - Con sede a Cipro

Cipro è un luogo sicuro, poiché il suo governo non approva le leggi obbligatorie sulla conservazione dei dati. Per non parlare, credono nel diritto alla privacy degli utenti.

IPredator guadagna fama sul mercato proprio per questo motivo, ma secondo il loro “legale” pagina, il provider si concede qualche registrazione.

“Riduciamo al minimo l'uso dei registri all'interno dei nostri sistemi e garantiamo l'accesso ad essi a un numero selezionato di personale per il debug quando la qualità del servizio è un problema.”

Le informazioni raccolte dalla fornitura includono nome, numero di telefono, indirizzo e-mail e dati di pagamento. Altri dati di sessione vengono registrati solo per la risoluzione dei problemi.

20. IPinator - Con sede negli Stati Uniti

Con sede negli Stati Uniti, IPinator perde automaticamente gran parte del suo fattore di fiducia. Il paese impone leggi obbligatorie sulla conservazione dei dati, che le VPN come IPinator devono seguire.

Se dai un'occhiata a loro “Termini di servizio” pagina, affermano innanzitutto di non conservare alcun registro. Dichiarano di non supportare la condivisione di informazioni private con terze parti.

Tuttavia, se ricevono richieste dal governo, il fornitore farà ciò che è richiesto dalla legge. Questa affermazione contraddice la loro “nessun registro dei contenuti”.

Continuano inoltre affermando, “IPinator.com può monitorare alcuni aspetti della rete per gestire gli abusi, mantenere e / o migliorare il servizio”. Questo indica che registrano le informazioni sulla sessione.

21. IronSocket - Con sede a Hong Kong

Hong Kong è una giurisdizione sicura in termini di privacy, ma IronSocket stesso è ritenuto colpevole di registrazione di entrambi: registri di attività e connettività.

Certo, lo affermano “NON REGISTRIAMO o registriamo in alcun modo il contenuto a cui accedi durante l'utilizzo del nostro Servizio” nella loro pagina sulla politica sulla privacy.

Tuttavia, allo stesso tempo, rivendicano l'utilizzo dei servizi, connettono le informazioni sulla sessione per 72 ore prima di essere eliminate. Le informazioni includono:

  • Ora e data di connessione e disconnessione
  • Indirizzo IP reale e quelli assegnati in base al server
  • Rappresentazione numerica che mostra la larghezza di banda consumata per sessione

22. PureVPN - Con sede a Hong Kong

Con sede a Hong Kong, PureVPN riesce a stare lontano dalle agenzie di intelligence invasive dei paesi Five, Nine e Fourteen Eyes, dandogli il vantaggio.

Il fornitore per il più a lungo ha affermato di avere un “politica zero log”. Tuttavia, quando hanno consegnato i dati in un caso dell'FBI 2 anni fa, hanno perso tutta la loro reputazione.

Il caso ha rivelato che PureVPN ha registrazioni di tutti i dati riguardanti: nome, indirizzo e-mail, numero di telefono, indirizzo IP, consumo di larghezza di banda e timestamp di connessione.

È così che l'FBI è stato in grado di identificare la persona responsabile del cyberstalking e del cyberbullismo di una ragazza innocente. Mentre il caso solleva una questione morale: quanta più tortura subirebbe la ragazza, se il caso non fosse stato chiuso?

Suscita inoltre preoccupazione per la fiducia dei consumatori. Un caso di così alto profilo non è stato sicuramente positivo per il business e posso vedere PureVPN che cerca di riconquistare la fiducia degli utenti.

A dire il vero, il servizio è in realtà abbastanza buono, solo se all'inizio fossero stati trasparenti con i propri clienti, PureVPN avrebbe potuto trasformarlo in qualcosa di positivo!

23. proXPN - Basato negli Stati Uniti

Qualche anno fa, mi sarei fidato di un servizio con sede negli Stati Uniti. Tuttavia, ciò accadde prima che Edward Snowden trapelasse documenti che rivelavano dettagli sulle alleanze 5, 9 e 14.

Da quando ho letto su cosa stavano facendo le agenzie in questi paesi, non posso proprio raccomandare di usare un fornitore con sede negli Stati Uniti.

proXPN ha anche un'immagine molto forte sul mercato. La VPN non è mai stata scoperta rivelando dati alle agenzie di intelligence statunitensi e la loro Informativa sulla privacy è abbastanza dettagliata.

Dichiarano audacemente anche sulla loro homepage, “proXPN’Il software VPN ti consente di navigare nel web nel modo in cui era previsto: “in forma anonima e senza registrare e tracciare la tua attività”

Finora non sono riuscito a trovare informazioni relative all'archiviazione dei registri di attività / utilizzo o connettività. In definitiva, la decisione di iscriversi al provider dipende dalle prospettive.

24. PrivateVPN - Basato in Svezia

Sfortunatamente, PrivateVPN non può essere considerato un fornitore sicuro, poiché ha il suo quartier generale in una giurisdizione di quattordici occhi. Naturalmente, la Svezia può essere indulgente in termini di privacy degli utenti.

Tuttavia, se si verifica un incidente simile a quello che ExpressVPN e PIA hanno dovuto affrontare, PrivateVPN non sarà in grado di contrattaccare.

Una citazione del governo accompagnata da un ordine di bavaglio è tutto ciò che serve al fornitore per consegnare le informazioni di registrazione.

Naturalmente, PrivateVPN nega la memorizzazione dei log, ma proprio come la maggior parte dei provider in questo elenco. Memorizzano i registri di connessione minimi, che possono / potrebbero non essere collegati a te!

25. ProtonVPN - Con sede in Svizzera

Con sede in Svizzera, si potrebbe pensare che ProtonVPN sia un servizio VPN sicuro. È incredibile, perché bene, è gratuito. E questo è esattamente ciò che mi ha fatto scavare nel provider.

Si scopre che la VPN sta attualmente combattendo le accuse di essere collegata a una società di data mining nota come “Tesonet”, che ha persino firmato la sua app Android sul Google Play Store.

Certo, ProtonVPN’stati della homepage di s, “Come provider di VPN svizzero, non registriamo l'attività dell'utente né condividiamo dati con terze parti”. Tuttavia, queste accuse rendono la situazione un po 'complicata.

Analizzando ulteriormente la loro Informativa sulla privacy, ho appreso che ProtonVPN mantiene effettivamente i timestamp di connessione indefinitamente, che possono essere collegati agli account utente o agli IP reali.

26. Seed4.me - Con sede a Taiwan

Nonostante Seed4.me non sia basato in un “Nemico Internet” giurisdizione, mantengono comunque i registri. Questo è esattamente ciò che cerco di elaborare ovunque io vada. Indipendentemente dal servizio, si registreranno!

Non c'è modo di aggirarlo. Un servizio VPN si concede una sorta di registrazione e, nel caso di Seed4.me, ne sono molto onesti.

In un blog, afferma Seed4.me, “Spesso ci viene chiesto: “Tieni i registri?” e la risposta è “Sì, lo facciamo”. Lo stesso dei restanti provider VPN nel mondo!”

Continuano inoltre affermando, “Se qualcuno dice che la compagnia VPN non conserva QUALSIASI registro, mentono”. Seed4.me registra alcuni registri di connettività, ma tali informazioni vengono eliminate dopo 7 giorni.

È anche abbastanza interessante vedere che il provider non ha una politica sulla privacy o un sommario. Si rivolgono a tutte le query relative alla VPN nel post sul blog che ho precedentemente collegato ipertestualmente.

Questo provider non ha una politica sulla privacy e non copre i registri nella sua dichiarazione TOS. Invece, risolve il problema dei registri in un post di blog.

27. SunVPN - Con sede negli Stati Uniti

Basato su una giurisdizione a 5 occhi, SunVPN registra effettivamente informazioni sulla connettività e indirizzi IP. Dichiarano inoltre apertamente della loro cooperazione con le forze dell'ordine ogni volta che è necessario.

“Se abbiamo ragionevoli motivi per sospettare che un utente finale sia coinvolto in attività criminali online, ci riserviamo il diritto di informare le forze dell'ordine.”

La loro politica sulla privacy è molto dettagliata ma concisa, che espone tutte le informazioni registrate dal fornitore sotto forma di un elenco, che include indirizzo IP, timestamp e larghezza di banda consumata.

28. StrongVPN - Con sede negli Stati Uniti

Non approfondirò troppo il motivo per cui StrongVPN è considerato un provider non sicuro. Se lo metto in parole semplici, è un fornitore con sede negli Stati Uniti, di cui semplicemente non ci si può fidare.

Naturalmente, la politica sulla privacy del provider rivendica, “StrongVPN non raccoglie né registra alcun traffico o utilizzo del suo servizio di rete privata virtuale”

Tuttavia, nessuno può davvero essere sicuro fino a quando queste affermazioni non saranno verificate per qualsiasi motivo. Fino ad allora, lascerei ai potenziali clienti decidere se vogliono fidarsi o meno del servizio.

29. SaferVPN - Con sede negli Stati Uniti

SaferVPN è un altro servizio con sede negli Stati Uniti. Detto questo, non si può mai smettere di preoccuparsi della NSA e dell'FBI che li spiano.

La stessa VPN non ha una reputazione molto forte sul mercato e ciò riduce ulteriormente la sua credibilità come scelta affidabile o sicura.

Tuttavia, il fornitore è abbastanza chiaro nell'informare quali metadati registrano nella loro pagina sulla privacy. Ciò include la connessione alla posizione del server, la larghezza di banda consumata e i timestamp di connessione / disconnessione.

Registrano ulteriormente da quale paese ti sei connesso, sostenendo coraggiosamente che non registrano l'indirizzo IP. Non ci credo però. Potrebbe anche essere un espediente per fidarsi di loro!

30. TunnelBear - Con sede in Canada

Il Canada rientra nella lista del primo paese a cui è stato esteso l'accordo UKUSA, aggiungendo infine altri due per formare la Five Eyes Alliance.

Con questo in mente, TunnelBear con sede in Canada non è certo un segnale positivo. Per non parlare, vende lo stesso “VPN gratuita Nessun registro” truffa, che in realtà è più rischioso.

Il fornitore’la politica sulla privacy afferma di non raccogliere registri di traffico né monitorare alcuna attività dell'utente. Tuttavia, raccolgono informazioni su, Versione del sistema operativo, Versione dell'app TunnelBear, Attivo per il mese (1 o 0) e Utilizzo della larghezza di banda mensile.

Per essere onesti, TunnelBear registra queste informazioni come se stessero giocando “giochi di parole” quando si tratta di tronchi, per nascondere i loro veri colori. Non consiglierei il fornitore, se la privacy è ciò che brami!

31. TorGuard - Con sede negli Stati Uniti

Ero un po 'ripensato sull'aggiunta di TorGuard a questo elenco. Soprattutto se si considera che il provider offre eccezionali strumenti per la privacy, insieme al notevole elenco di IP dedicati.

Tuttavia, solo perché hanno sede negli Stati Uniti, mi sento un po 'insicuro riguardo la registrazione con il provider - per mantenere il mio anonimato online.

La loro politica sulla privacy per la maggior parte era chiara e non piena di contraddizioni. TorGuard lo afferma “non memorizza o registra alcun traffico o utilizzo dalla sua rete privata virtuale (VPN) o proxy.”

Tuttavia, questo può essere verificato solo se incontrano un mandato di comparizione o un bavaglio da un'agenzia di intelligence o dal governo. Fino ad allora, lascerei affidare il fornitore alle prospettive!

32. TigerVPN - Con sede in Slovacchia

TigerVPN è abbastanza il fornitore sicuro in termini di giurisdizione. Gli utenti non dovrebbero preoccuparsi del fornitore che collabora con le agenzie di intelligence di altri paesi.

Dichiarano di impegnarsi per la tua privacy nel loro sommario, garantendo che non raccolgono o registrano i dati sul traffico. Tuttavia, ciò non si estende ai registri di connettività.

“Ci impegniamo per la tua privacy e non raccogliamo né registriamo dati sul traffico o attività di navigazione da singoli utenti collegati alla nostra VPN.”

Il provider mantiene i timestamp di connessione / disconnessione e le informazioni sui dati della larghezza di banda. La cosa buona è che la VPN non memorizza gli indirizzi IP dell'utente reale.

Pertanto, sei ancora abbastanza sicuro con il servizio VPN. Naturalmente, l'iscrizione con il provider è interamente sulle prospettive. Sono solo l'informatore!

33. VPNSecure - Con sede in Australia

VPNSecure ha il suo quartier generale in Australia, che è un paese a cinque occhi. Come tale, potrebbe non essere l'opzione più affidabile, in quanto il paese si dedica alla sorveglianza di massa e alla condivisione di informazioni.

Ciò rende obbligatorio per i fornitori di servizi Internet, le telecomunicazioni e i servizi VPN conservare i dati, a cui il governo o le agenzie segrete possono accedere quando richiesto, emettendo una citazione o un ordine di bavaglio.

Il provider stesso cerca di assicurarsi di non archiviare alcuna informazione personale e di garantire che non registrino l'indirizzo IP, i timestamp, la larghezza di banda utilizzata o le richieste DNS.

Tuttavia, anche se non sono stati registrati registri, offrivano a “Warrant Canary”, che attualmente dà il “Noi possiamo’sembra di trovare la pagina tu’stai cercando” errore, indicando che il servizio potrebbe aver emesso un mandato di comparizione o un bavaglio dal governo o DIO, ASD, ASIO o ASIS.

34. VPN Unlimited - Con sede negli Stati Uniti

Basato in una giurisdizione a 5 occhi, VPN Unlimited fornito da KeepSolid Inc, potrebbe non essere un'opzione sicura per molti. La posizione stessa impone leggi obbligatorie sulla conservazione dei dati.

Ovviamente, VPN Unlimited afferma altrimenti sulla loro pagina sulla politica sulla privacy, proprio come i nomi sopra. Tuttavia, la realtà è abbastanza diversa.

“KeepSolid Inc. NON raccoglie e registra alcuna attività dell'utente durante l'utilizzo di alcuno dei suoi servizi VPN, ad eccezione della quantità totale di traffico Web per ciascuna sessione e date della sessione, per la visualizzazione in utente’s web cabinet e all'interno delle app client VPN.”

Questa affermazione contraddice la loro “NON raccoglie e registra” sostengono, poiché conservano ancora informazioni sul traffico Web, i timestamp di connessione, il tipo di dispositivo e il tipo di crittografia.

35. VPN Gate - Con sede in Giappone

VPN Gate potrebbe trovarsi in Giappone, ma non prendono sul serio la privacy degli utenti. Tuttavia, la cosa buona è che sono aperti sulle loro politiche di registrazione.

Se visiti la loro pagina sulla politica anti-abuso, il fornitore afferma “Conserviamo sempre i registri delle connessioni VPN dei server di inoltro VPN pubblici di VPN Gate per tre o più mesi.”

Le informazioni registrate dal servizio includono timestamp di connessione, indirizzo IP, server VPN di destinazione, IP non elaborato e nome host del client, ecc..

36. Windscribe - Con sede in Canada

Poiché Windscribe ha sede in una giurisdizione Five Eyes, non può essere considerata un'opzione sicura, soprattutto se si desidera sfruttare la privacy digitale completa.

Hanno piani gratuiti ea pagamento disponibili. Per il primo, registrano la quantità totale di larghezza di banda consumata nel periodo di 1 mese.

Tuttavia, si trova anche il provider che registra i timestamp degli utenti. Sostengono che queste informazioni non sono collegate ad account o indirizzi IP, ma potremmo non saperlo mai con certezza.

Pubblicano richieste di dati in tempo reale da parte delle forze dell'ordine nella pagina dei rapporti sulla trasparenza. Tuttavia, non sono disponibili molte informazioni su tali avvisi.

37. ZenMate - Con sede in Germania

Con sede in Germania, ZenMate perde la sua credibilità, a causa del suo legame con un paese 14 Eyes. Il provider, proprio come le molte affermazioni di cui sopra, opera con una politica senza registri.

Tuttavia, considerando che hanno a disposizione un piano gratuito, è difficile da credere. Potrebbero conservare i registri del traffico e della larghezza di banda per il monitoraggio.

Nella loro pagina sulla politica sulla privacy, menzionano anche la registrazione degli indirizzi IP, ma dichiarano che vengono elaborati solo temporaneamente. In definitiva, fidarsi della VPN dipende dalle prospettive.

Provider affidabili con una rigorosa politica VPN senza log

Ora che sei a conoscenza di quali servizi VPN evitare. Ho pensato che sarebbe importante darti informazioni sui fornitori meno rischiosi in termini di registrazione.

VPN affidabili con un rigoroso

Certo, ce ne sono solo alcuni con VERIFICATO “nessun registro” politiche, quindi saranno più approfondite. Spero che apprezzerai lo sforzo, perché mi ci sono volute 72 ore per fare questa ricerca e scrivere!

1. Avast SecureLine - Basato in Repubblica Ceca

Lontano dalle giurisdizioni 5, 9 e 14 Eyes, Avast SecureLine ha il suo quartier generale nella Repubblica Ceca, che è un paese amico di Internet. Ciò aumenta la sua credibilità sul mercato.

Naturalmente, anche il provider stesso è piuttosto sorprendente, offrendo una suite di strumenti per la privacy per mantenere nascosta la tua identità sul mercato.

Avast VPN mantiene i log? Volentieri, il fornitore è al sicuro da qualsiasi registro attività / utilizzo. L'unica cosa che registrano è l'ora e la posizione della rete delle connessioni VPN.

Queste informazioni vengono eliminate dopo 30 giorni e non si collegheranno alla tua identità. Pertanto, puoi considerare Avast un'opzione sicura per la tua privacy online.

Aspetta un attimo: leggi la nostra recensione VPN Avast SecureLine per maggiori dettagli.

2. CyberGhost - Basato in Romania

Probabilmente una delle VPN più sicure sul mercato, CyberGhost ha il suo quartier generale in Romania, che è un luogo adatto a Internet. Uno che crede nella privacy degli utenti (piuttosto raro).

Pertanto, il fornitore stesso non ha l'obbligo di archiviare i registri sugli utenti. Ciò consente loro di mantenere la promessa di privacy, che è forse ciò che OGNI individuo brama.

Nella sua Informativa sulla privacy, CyberGhost sazia,

Attraverso la nostra rigorosa politica senza registri, ci assicuriamo di NON tenere traccia del traffico degli utenti eseguito all'interno del tunnel VPN di CyberGhost come: cronologia di navigazione, destinazione del traffico, preferenze di ricerca, contenuto dei dati, indirizzi IP o query DNS.

L'unica cosa che registrano è “tentativi di connessione” per determinare se hanno avuto successo o meno. Tuttavia, anche queste informazioni non sono legate agli account utente. Indubbiamente, CyberGhost è un'ottima scelta per gli utenti attenti alla privacy di tutto il mondo!

3. ExpressVPN - Con sede nelle Isole Vergini britanniche

Personalmente considero ExpressVPN come la scelta più sicura sul mercato. Una VPN che non lo fa’t tenere i registri ed è lontano da “Nemico Internet” giurisdizioni, sicuramente rientra nel “rispetta la privacy dell'utente” categoria.

Nel gennaio 2017, le autorità turche hanno fatto irruzione nei centri dati ExpressVPN per indagare sull'assassinio di Andrei Karlov (ambasciatore russo di Turchia), avvenuto il 19 dicembre 2016 da Mevlüt Mert Altıntaş (un funzionario di polizia fuori servizio).

Mentre questo è chiaro, l'indagine non si è fermata. Le autorità hanno cercato di trovare collegamenti con altre persone coinvolte, solo per scoprire l'ufficiale di polizia’s Facebook e Gmail sono stati eliminati.

Tracce digitali rivelate, l'azione è stata eseguita su una connessione privata, gestita da ExpressVPN. Dopo aver sequestrato il server in questione e aver condotto un'ispezione approfondita, non sono state rivelate informazioni utili.

Ciò ha costretto gli investigatori a contattare direttamente ExpressVPN per i registri. Il provider ha menzionato la sua politica NO LOGS, in prima linea per la privacy nel mercato delle VPN.

In una testimonianza, il servizio VPN scrive,

Come dichiarato alle autorità turche nel gennaio 2017, ExpressVPN non possiede e non ha mai posseduto alcun registro delle connessioni dei clienti che ci consentirebbe di sapere quale cliente utilizzava gli IP specifici citati dagli investigatori.

4. FrootVPN - Basato in Svezia

Poiché FrootVPN ha sede in una giurisdizione 14 Eyes, non può essere considerato un servizio affidabile. Il fornitore dovrà collaborare con le autorità per rivelare i registri quando richiesto.

Non c'è soluzione, quindi perché consiglio sempre agli utenti di stare alla larga “Nemico Internet” posizioni. Semplicemente non ne valgono la pena.

FrootVPN afferma ovviamente abbastanza audacemente che non memorizzano i log,

Teniamo molto alla tua privacy su Internet. I tuoi dati non saranno mai condivisi con terze parti.

Tuttavia, si dimenticano di chiarire se condivideranno o meno le informazioni con le autorità governative o le agenzie di intelligence, quando emesso un mandato di comparizione o un bavaglio!

Anche la loro pagina di registrazione e la politica sulla privacy sono piuttosto vaghe e indicano solo che non ci sono registri di connessione come i timestamp memorizzati. Che dire di altre informazioni personali identificabili (PII)?

5. HIDE.me - Basato in Malesia

La Malesia è una giurisdizione sicura su Internet, lontana dalle alleanze di 5, 9, 14 occhi. Questo dà a Hide.me un vantaggio rispetto ad altri nomi sul mercato. La VPN rispetta gli utenti’ diritto alla privacy.

Come tale, non mantiene i registri del traffico né monitora l'attività dell'utente. Naturalmente, le cose sono diverse se ti iscrivi al loro piano gratuito, che ha un limite di larghezza di banda di 2 GB.

Successivamente, il provider conserva i registri delle attività (eliminati dopo alcune ore). Tuttavia, se ti iscrivi con il piano premium, puoi aspettarti una maggiore sicurezza dal fornitore.

È possibile visualizzare il loro certificato emesso da un analista di sicurezza indipendente che verifica la richiesta di mancata registrazione. All'interno, puoi vedere numerose richieste nel corso degli anni.

I fornitori’ la risposta per ogni richiesta è stata:

hide.me non può e non conserva alcun registro; pertanto non saremo in grado di fornirti ulteriori informazioni in merito.

6. IVPN - Basato a Gibilterra

Anche Gibilterra è soggetta a giurisdizioni sicure su Internet. Non impone alcuna legge obbligatoria sulla conservazione dei dati né si dedica ad attività di sorveglianza di massa sui cittadini.

Questo di per sé dà a IVPN un vantaggio in un mercato in cui hanno sede oltre 80 provider “Nemico Internet” giurisdizioni. Se ciò non bastasse, IVPN impone una rigorosa politica di non registrazione.

Il provider non memorizza alcun dato di sessione / connessione, come timestamp, utilizzo della larghezza di banda o dati di attività / utilizzo, come siti Web visitati, indirizzo IP, ecc..

Non vi è stata nemmeno una singola istanza di IVPN che abbia divulgato informazioni a nessun governo o agenzia di intelligence. Per maggiori dettagli sulla loro registrazione, puoi dare un'occhiata a questo dettagliato “politica sulla riservatezza” pagina!

7. Ivacy - Con sede a Singapore

Fondata nel 2007, Ivacy è stata in prima linea nella privacy, ancor prima che diventasse una cosa. Con sede a Singapore, il fornitore è al sicuro dalla sorveglianza invasiva e dalla conservazione dei dati.

Non registriamo o monitoriamo rigorosamente attività di navigazione online, registri di connessione, indirizzi IP VPN assegnati, indirizzi IP originali, cronologia di navigazione, traffico in uscita, tempi di connessione, dati a cui hai avuto accesso e / o query DNS generate dal tuo fine.

Le uniche informazioni registrate dal provider VPN sono il tuo nome, indirizzo email e metodo di pagamento, al momento della registrazione. Ovviamente, puoi usare pseudo ID e nomi per mantenere ulteriormente nascosta la tua identità.

Tutto ciò consente agli utenti di rimanere completamente al sicuro online, poiché nessun dato può essere collegato alle attività specifiche di un determinato utente del loro servizio. Per ulteriori informazioni, puoi leggere i loro dettagli “politica sulla riservatezza”.

8. Mullvad - Basato in Svezia

Sebbene Mullvad abbia sede in una giurisdizione 14 Eyes, non è mai stato trovato consegnare alcun registro alle autorità governative. Il provider per la maggior parte mantiene nascosta la tua identità.

Non conserva alcun registro delle informazioni di identificazione personale (PII). Tuttavia, dopo aver analizzato il loro “politica sulla riservatezza”, Ho scoperto che Mullvad tiene traccia di altre metriche.

Ciò include la larghezza di banda totale per server, il carico della CPU per core e il numero totale di connessioni correnti, nessuna delle quali può ricollegarsi alla tua identità.

In quanto tale, considero Mullvad un fornitore sicuro, ma anche in questo caso la scelta dell'iscrizione dipende dalle prospettive. La fiducia è un fattore molto importante quando si seleziona una VPN.

9. NordVPN - Con sede a Panama

Personalmente considero NordVPN come uno dei migliori servizi VPN senza log sul mercato. Con sede in Romania, il fornitore ottiene un vantaggio strategico rispetto ad altri nomi.

La posizione è altamente sicura e una giurisdizione amichevole di Internet. Nord VPN Log? No, loro “garantire una rigorosa politica di non accesso”, che è verificato da un'importante società di revisione.

Un audit di sicurezza è stato completato a novembre 2018, durante il quale il “Big 4” la società di account aveva accesso a server, database, database di NordVPN, ispeziona configurazioni, operazioni di osservatori e dipendenti.

I risultati hanno rivelato che NordVPN non memorizza registri di traffico, indirizzi IP, registri di connessione o qualsiasi informazione sull'attività di Internet che potrebbe ricollegarsi a un utente.

Poiché il provider impone un limite di sei connessioni simultanee, dispone di alcuni meccanismi per il monitoraggio. Tuttavia, nessuno costituisce una minaccia per la privacy o la sicurezza degli utenti.

10. Perfetta privacy - Basato in Svizzera

Il servizio VPN con sede in Svizzera offre funzionalità avanzate di anonimato e sicurezza online. La posizione stessa era una “Internet amichevole” giurisdizione anche.

Tuttavia, dopo l'approvazione di una nuova legge nel settembre 2017, la Svizzera può ora essere considerata a “cooperativa” giurisdizione, che si impegnerà in una sorveglianza mirata.

Ciò non influisce sulla privacy perfetta e sul suo impegno a mantenerti anonimo. Il provider esegue tutti i server in modalità disco RAM, come spiegato nella pagina dei criteri di registro.

Inoltre, non registrano / memorizzano alcuna informazione, a parte l'utilizzo totale sui server. La parte migliore di tutti: queste affermazioni sono verificate. Nell'agosto 2016, le autorità olandesi hanno sequestrato uno dei server dei fornitori a Rotterdam, Paesi Bassi.

Sebbene il motivo del sequestro del server non sia mai stato fornito, Perfect Privacy ha confermato che non sono stati consegnati dati dei consumatori:

Dal momento che non stiamo registrando alcun dato, al momento non vi è motivo di ritenere che qualsiasi dato dell'utente sia stato compromesso ... Ora possiamo concludere che nessuna informazione del cliente è stata compromessa a causa del sequestro. La sede di Rotterdam continuerà a funzionare utilizzando i server sostitutivi.

11. Accesso privato a Internet (PIA) - Basato negli Stati Uniti

PIA è un servizio VPN con sede negli Stati Uniti che offre un'esperienza economica e di facile utilizzo. È anche l'unico fornitore con sede negli Stati Uniti, che considero una scelta sicura.

Indipendentemente dalle leggi obbligatorie sulla conservazione e la sorveglianza dei dati, PIA ha dimostrato di essere una “nessun registro” fornitore, non una ma due volte negli ultimi 4 anni.

“Possiamo affermare in modo inequivocabile che la nostra azienda non ha e continua a non conservare i log dei metadati relativi a quando un abbonato accede al servizio VPN, per quanto tempo un abbonato’s era l'uso e da quale indirizzo IP ha origine un abbonato. Inoltre, il sistema di crittografia non ci consente di visualizzare e quindi registrare quali indirizzi IP un abbonato sta visitando o ha visitato.”

Il primo caso giudiziario del 2016 ha coinvolto l'FBI che ha fatto una citazione al fornitore chiedendo i registri di un utente, che avrebbe presumibilmente minacciato bombe durante l'utilizzo di PIA VPN.

Secondo i documenti ufficiali del tribunale, l'unica informazione che il fornitore potrebbe fornire è che il cluster di indirizzi IP veniva utilizzato dal costo orientale degli Stati Uniti.

“Un mandato di comparizione è stato inviato al London Trust Media [accesso privato a Internet] e l'unica informazione che potevano fornire è che il cluster di indirizzi IP utilizzato proveniva dalla costa orientale degli Stati Uniti.”

Il secondo caso del 2018 ha coinvolto un hacker online Ross M. Colby, che è accusato di tre reati e due reati relativi a presunte intrusioni informatiche.

L'FBI ha confermato che il sospetto stava utilizzando servizi VPN o PIA in particolare per condurre questa attività illegale e ha richiesto i registri del provider, ma non ha ricevuto nulla in cambio.

“London Trust Media gestisce il marchio PIA (Private Internet Access), che possiede diversi indirizzi IP utilizzati per hackerare Embarcadero Media. L'accesso a Internet privato non registra l'attività dell'utente, ad esempio quali file hanno avuto accesso o le modifiche apportate a un sito Web.”

Mi sembra una politica abbastanza solida a zero log, specialmente considerando che PIA riesce a proteggere i propri utenti, anche quando si presentano agenzie di intelligence come l'FBI!

12. Trust.Zone - Con sede alle Seychelles

Dal momento che Trust.Zone opera al di fuori delle Seychelles, hanno già guadagnato un vantaggio per essere basato in a “internet amichevole” Giurisdizione. Il fornitore stesso si concentra anche sulla consegna del completo anonimato.

“Tutti i nostri server VPN in tutto il mondo NON memorizzano alcun file di registro per proteggere la tua privacy. Tutti i dati di utilizzo sono anonimi e non collegati al tuo vero indirizzo IP pubblico”

Sebbene queste affermazioni non siano ancora state verificate, Trust.Zone per la maggior parte sembra un servizio sicuro. Sospetto che memorizzino una qualche forma di log delle sessioni, ma quelli che non rimandano a un utente.

13. VyprVPN - Con sede in Svizzera

Con sede in Svizzera, Golden Frog’s VyprVPN ha fatto molti sforzi per diventare un fornitore affidabile. Anche la posizione ha contribuito positivamente al fornitore.

Nel 2010 la Corte suprema federale svizzera ha riconosciuto gli indirizzi IP come informazioni personali, che non possono essere rintracciati, senza informare la persona interessata.

Ciò ha dato a VyprVPN un vantaggio. Svizzera’s leggi sulla privacy favorevoli, garantite anche la massima sicurezza per il fornitore e i suoi utenti. Tuttavia, a settembre 2017 è entrata in vigore una nuova legge.

Questa legge, secondo Swissinfo.ch, consente alla FIS di dedicarsi alla sorveglianza mirata, al ronzio di proprietà private, alle linee telefoniche e ai computer di intercettazione, che in precedenza erano vietati.

Durante questo periodo, VyprVPN ha registrato i dati di connessione (inclusi gli indirizzi IP), memorizzati per 30 giorni. Tuttavia, il fornitore desidera lavorare di più per proteggere la privacy degli utenti ora.

Di conseguenza, a settembre 2018, VyprVPN ha iniziato a collaborare con un gruppo di sicurezza Leviathan per l'auditing e la consultazione al fine di trasformare il loro servizio in “nessun registro” Servizio VPN.

A differenza dell'audit di NordVPN, quello eseguito su VyprVPN è disponibile per l'analisi da parte del pubblico e può essere consultato condividendo il collegamento. Ecco una sezione del rapporto:

“Abbiamo esaminato tutti i componenti del progetto in base alla valutazione della minaccia. La Golden Frog ha lavorato per rimediare a tutti i risultati non correlati al registro contemporaneamente alla valutazione. Una volta completato, abbiamo eseguito un nuovo test e verificato che tutte le correzioni fossero efficaci.”

14. VPNArea - Basato in Bulgaria

Lontano dalle giurisdizioni a 5, 9 e 14 occhi, la VPNArea con sede in Bulgaria è un'ottima scelta per gli utenti che desiderano ottenere l'anonimato online.

L'informativa sulla privacy mantiene una posizione zero-logging, garantendo agli utenti che le loro attività restano sicure, quando si utilizza VPNArea, in particolare se si risiede in un paese con leggi Internet rigide.

“Non monitoriamo, registriamo o archiviamo i registri per alcun singolo cliente’s attività VPN. Non monitoriamo, registriamo o archiviamo alcuna data di accesso, timestamp, indirizzi IP in entrata e in uscita, statistiche sulla larghezza di banda o altri dati identificabili di qualsiasi utente VPN che utilizza i nostri server VPN.”

Ci sono stati anche zero casi contro il fornitore, che verifica ulteriormente le loro richieste. Dal traffico, dalla connessione ai registri degli indirizzi IP, VPNArea non registra alcun dato PII.

15. ZoogVPN - Con sede a Isola di Man

ZoogVPN opera a Isola di Man, che è una giurisdizione sicura su Internet. Paese’Le leggi non impongono la conservazione dei dati o la sorveglianza di massa dei cittadini.

Il provider afferma inoltre di offrire la registrazione zero,

“Non raccogliamo o conserviamo rigorosamente alcuna informazione sull'attività dell'utente, i siti Web o le app che l'utente utilizza, gli indirizzi IP dell'utente o le sessioni di accesso / disconnessione dell'utente.”

Se dai un'occhiata a loro politica sulla riservatezza, ZoogVPN tende anche ad essere molto esplicito su ciò che fa e non tiene traccia. In effetti, abbiamo un altro provider di zero log.

L'unica cosa che registrano è l'utilizzo totale della larghezza di banda sui suoi server. Gli utenti / i potenziali clienti non devono preoccuparsi della registrazione di attività online o metadati che potrebbero essere collegati a loro.

VPN che non registrano dati / informazioni vitali!

Ora hai familiarità con oltre 30 servizi VPN che possono essere considerati “inaffidabile” e oltre 15+ che garantiscono l'anonimato completo. Tuttavia, ci sono ancora molti nomi da considerare.

Questi includono quelle VPN che si trovano a cavallo nel mezzo. Fornitori con sede in giurisdizioni SICURE ma che registrano comunque informazioni di connessione minime, che potrebbero non necessariamente ricollegarsi alla tua identità.

Quindi, ho deciso perché non creare un elenco separato per loro! Di seguito è possibile visualizzare i nomi dei provider che non registrano informazioni / dati tracciabili. Iscriversi a loro dipende interamente da te.

  1. VPN anonima: situata nelle Seychelles
  2. BlackVPN - Situato a Hong Kong
  3. BulletVPN - Situato in Estonia
  4. BolehVPN - Situato in Malesia
  5. Boxpn - Situato in Turchia
  6. CactusVPN - Situato in Moldavia
  7. CyberSilent - Situato in Polonia
  8. CryptoStorm - Situato in Islanda
  9. Doublehop - Situato alle Seychelles
  10. DotVPN - Situato a Hong Kong
  11. DathoVPN - Situato a Panama
  12. DefenceVPN - Situato nelle Barbados
  13. CitizenVPN - Situato in Danimarca
  14. EarthVPN - Situato a Cipro
  15. Easy Hide IP - Situato alle Seychelles
  16. F-Secure Freedome - Situato in Finlandia
  17. Io - Situato a Cipro
  18. FinchVPN - Situato in Malesia
  19. HideIPVPN - Situato in Moldavia
  20. ibVPN - Situato in Romania
  21. Travestito - Situato in Belize
  22. IdentityCloaker - Repubblica Ceca
  23. IronSocket - Situato a Hong Kong
  24. Keenow Unblocker - Situato in Israele
  25. Kepard - Situato in Moldavia
  26. Le VPN - Situato a Hong Kong
  27. LimeVPN - Situato a Hong Kong
  28. La mia rete privata - Hong Kong
  29. nVPN - Situato in Bosnia
  30. NoodleVPN - Situato in Malesia
  31. OneVPN - Situato a Hong Kong
  32. Privatoria - Situato in Repubblica Ceca
  33. PandaPow - Situato a Hong Kong
  34. sh: situato nelle Seychelles
  35. SpyOFF VPN - Situato a San Marino
  36. SmartVPN - Situato alle Seychelles
  37. SecurityKISS - Situato in Irlanda
  38. SwissVPN - Situato in Svizzera
  39. VPNLUX - Situato in Belize
  40. AC - Situato in Romania
  41. Barone VPN - Situato in Romania
  42. ht - Situato in Belize
  43. VersaVPN - Situato nelle Filippine
  44. asia - Situato in Belize
  45. VPNBook - Situato in Svizzera
  46. ZenVPN - Situato in Dominica
  47. ZorroVPN - Situato in Belize
  48. ZPN - Situato negli Emirati Arabi Uniti

Avvolgere le cose

Probabilmente hai una buona idea ora sulle variazioni nelle politiche di registrazione dei servizi VPN. Laddove la maggior parte afferma di essere senza log, viene trovata la raccolta di informazioni personali identificabili (PII).

Naturalmente, alcuni sono più civili e, scavando a fondo, rivelano solo informazioni minime sulla connessione. Tuttavia, se parliamo di completo anonimato. Solo pochi si dimostrano effettivamente SENZA LOGL.

Ho provato a fornire quante più informazioni possibili per le VPN in tutti questi criteri’S. Questo perché so che a volte può essere difficile comprendere i dettagli delle politiche di registrazione.

A parte le diverse strategie, i fornitori hanno vari modi di comunicare queste politiche agli utenti, nascondendo spesso i loro veri colori dietro un gioco di parole complicato.

Spero comunque che questa guida si riveli utile per capire la verità. Commenta di seguito, se hai domande / dubbi. Risponderò personalmente. Passa una bella giornata senza log!

Brayan Jackson
Brayan Jackson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me